INFORMAZIONI PER I CLIENTI FINALI PER USUFRUIRE DELLA COPERTURA ASSICURATIVA IN CASO DI INCIDENTE DA GAS.

Chiunque usi, anche occasionalmente, gas metano o altro tipo di gas fornito tramite reti di distribuzione urbana o reti di trasporto, beneficia in via automatica di una copertura assicurativa contro gli incidenti da gas, ai sensi della deliberazione 223/2016/R/gas dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas e il sistema idrico.

La copertura assicurativa è valida su tutto il territorio nazionale; da essa sono esclusi:

  1. i clienti finali di gas metano diversi dai clienti domestici o condominiali domestici dotati di un misuratore di classe superiore a G25 (la classe del misuratore è indicata in bolletta);
  2. i  consumatori di gas metano per autotrazione;

Le garanzie prestate riguardano: la responsabilità civile nei confronti di terzi, gli incendi e gli infortuni, che abbiano origine negli impianti e negli apparecchi a valle del punto di consegna del gas (a valle del contatore). L’assicurazione è stipulata dal CIG (Comitato Italiano Gas) per conto dei clienti finali.

Per ulteriori dettagli in merito alla copertura assicurativa e alla modulistica da utilizzare per la denuncia di un eventuale sinistro si può contattare lo Sportello per il consumatore di energia al numero verde 800.166.654 o con le modalità indicate nel sito internet www.autorita.energia.it

Le informazioni sulla copertura assicurativa e sui sinistri aperti possono essere richieste presso il CIG ai seguenti numeri:

– Informazioni circa la copertura assicurativa – numero verde sportello del Consumatore dell’Acquirente Unico 800.166.654.

– Informazioni sui sinistri da incidente da gas denunciati – numero verde Comitato Italiano Gas 800929286 .

Il numero verde CIG è attivo dal Lunedì al Venerdì dalle ore 9,00 alle 12,00 e dalle ore 14,00 alle 16,00.

Il servizio viene sospeso in alcuni periodi dell’anno, generalmente coincidenti con periodi di festività o vacanza.

Per richieste di assistenza per la compilazione del modulo MDS o per informazioni sullo stato delle pratiche aperte possono essere richieste anche a mezzo di posta elettronica all’indirizzo assigas@cig.it o fax al numero 02 720 016 46.

Assicurazione dei clienti finali civili del gas è valida dal 1° Gennaio 2017 sino al 31 Dicembre 2020 come da delibera 223/2016/R/gas dell’Autorita per l’energia elettrica il gas e il sistema idrico.

Eventuali richieste di informazioni sul contratto di assicurazione non relativi a sinistri aperti possono essere richieste al numero verde dello Sportello del Consumatore dell’Acquirente Unico 800166654

 

POLIZZA-provvisorio

 

NUOVO-MODULO-DENUNCIA-SINISTRI-2017-2020

 

 

 

In ottemperanza alla Delibera 500/2013/R/com dell’Autorità per l’Energia Elettrica ed il Gas pubblichiamo il Glossario dei termini di Fatturazione contenente i principali termini utilizzati nei documenti di fatturazione.

PDFGlossario

Nel caso di mancato pagamento il Cliente sarà informato a mezzo di invio raccomandata di sollecito. Trascorsi 15 giorno dall’invio della raccomandata l’esercente la vendita attiverà la procedura prevista dalla Del. 99/2011 e s.m.i…

INDENNIZZI AUTOMATICI

In caso di mancato rispetto da parte del Fornitore delle disposizioni previste dall’AEEGSI per la costituzione in mora e per la richiesta di sospensione della fornitura per morosità, questo è tenuto a corrispondere al Cliente gli indennizzi automatici previsti dal Testo Integrato Morosità Elettrica TIMOE. In particolare, il Cliente avrà diritto ad un indennizzo automatico di importo pari a 30 (trenta) euro nel caso in cui la fornitura sia stata sospesa per morosità, o sia stata ridotta la potenza disponibile, senza preventivo invio al Cliente della comunicazione di costituzione in mora. Il Cliente avrà altresì diritto ad un ulteriore indennizzo automatico di importo pari a 20 (venti) euro nel caso in cui la fornitura venga sospesa per morosità, o sia stata ridotta la potenza disponibile, in caso di: a) mancato rispetto del termine ultimo indicato nella comunicazione di costituzione in mora entro cui il Cliente è tenuto ad effettuare il pagamento; b) mancato rispetto del termine massimo previsto dall’AEEGSI (riportato nell’informativa sopra) tra la data di emissione della comunicazione di costituzione in mora e la data di consegna al vettore postale della stessa, qualora il Fornitore non sia in grado di documentare la data di invio; c) mancato rispetto del termine minimo previsto dall’AEEGSI (3 giorni lavorativi) tra la data di scadenza del termine ultimo di pagamento e la data della richiesta al distributore della sospensione della fornitura per morosità.